Se ti affascina la figura dell’investigatore, se vuoi svolgere attività operativa di contrasto ai fenomeni criminali transnazionali, di repressione dei traffici illeciti, per la tutela degli interessi economici e finanziari dello Stato e dell’Unione Europea, la tua scelta è quella di diventare Maresciallo della Guardia di Finanza. Tutti coloro che risulteranno vincitori del Concorso di ammissione, saranno ammessi in qualità di allievi marescialli ai corsi presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di Finanza con sede all’Aquila, contrarranno una ferma iniziale di due anni e dovranno assoggettarsi alle leggi ed ai regolamenti militari vigenti. Il percorso formativo che intraprenderai ti permetterà di acquisire le basilari conoscenze giuridiche, economiche ed aziendalistiche e le capacità tecniche e logistiche necessarie a gestire compiti di carattere operativo, tutelando gli interessi finanziari e politico-economici dello Stato e dell’Unione Europea. Le conoscenze teoriche e tecniche acquisite ti renderanno in grado di conseguire agevolmente la laurea di Primo Livello in “Economia Aziendale” o in “Economia e Commercio” ed inoltre avrai un’indipendenza economica immediata ricevendo uno stipendio di 900 euro al mese per i primi due anni e di 1.600,00 Euro dal terzo anno, con incrementi in base al grado.

Ogni anno, orientativamente nei primi mesi dell’anno, viene pubblicato il bando di concorso che permette l’accesso alla Scuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di Finanza.
Il Bando di concorso è consultabile e scaricabile sul sito della Guardia di Finanza www.guardiadifinanza.it, oppure sul sito www.gazzettaufficiale.it .
Per poter concorrere alla selezione che dà accesso alla Scuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di Finanza è necessario prepararsi in tempo e poter contare su una preparazione mirata. Le fasi concorsuali presentano una difficoltà tale da prevedere una preparazione didattica di almeno 8/10 mesi ( clicca qui per la Preparazione in sede ).

REQUISITI

Requisiti Generali:

Possono partecipare al concorso coloro che:
a) siano cittadini italiani, compresi quelli non appartenenti alla Repubblica;
b) godano dei diritti civili e politici;
c) non siano incorsi in condanne per delitti non colposi;
d) non siano incorsi nel proscioglimento, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento volontario in qualsiasi Forza armata o Corpo armato dello Stato;
e) abbiano, se minorenni, il consenso di chi eserciti la potestà o la tutela;
f) siano in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione ai corsi di laurea previsti dalle Università statali o legalmente riconosciute. Per il concorso per il Maresciallo della Guardia di Finanza, Marina Militare, Esercito Italiano e Aeronautica Militare non è obbligatorio aver già conseguito il diploma di istruzione secondaria di secondo grado ma è necessario che i concorrenti siano in grado di conseguirlo al termine dell’anno scolastico di riferimento del Bando di Concorso a cui si intende partecipare. I diplomi rilasciati da scuole parificate o legalmente riconosciute, se firmati dai capi delle scuole stesse, sono validi solo previa legalizzazione di detta firma a cura del provveditore agli studi. L’ammissione dei candidati che abbiano conseguito un titolo di studio all’estero è subordinata all’equipollenza del titolo stesso ad uno dei titoli sopraindicati. Gli interessati dovranno allegare al titolo di studio una dichiarazione di equipollenza rilasciata da un provveditore agli studi di loro scelta;
g) Siano in possesso dei requisiti di moralità e di condotta.
h) abbiano compiuto il 17° anno di età e non abbiano superato il 26° anno di età alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande. Per coloro che abbiano prestato e completato il servizio militare obbligatorio o volontario il limite massimo è elevato a 28 anni qualunque sia stato il grado da loro rivestito. Non si applicano gli aumenti dei limiti di età per il Concorso del Maresciallo della Guardia di Finanza.
i)  non abbiano prestato servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza ovvero abbiano rinunciato a tale status, ai sensi dell’ articolo 636, comma 3 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66 ;

Requisiti Fisici:

Visus, i candidati che concorrono per il:

1) contingente ordinario e per quello di mare – specializzazioni “nocchiere” (NCH) e “tecnico di macchine” (TDM), devono essere in possesso di un’acutezza visiva uguale o superiore a complessivi 16/10 e non inferiore a 7/10 nell’occhio che vede meno raggiungibile anche con correzione diottrica (secondo i parametri specificati al punto 17, lettera p), delle citate direttive tecniche cui si rinvia per il dettaglio;

2) contingente di mare – specializzazioni “nocchiere abilitato al comando” (NAC) e “tecnico dei sistemi di comunicazione e scoperta” (TSC), devono essere in possesso di un’acutezza visiva uguale o superiore a complessivi 16/10 e non inferiore a 7/10 nell’occhio che vede meno, senza correzione; campo visivo e motilità oculare normali; senso cromatico normale alle tavole pseudo-isocromatiche;

2. Apparato uditivo: sono considerati non idonei i candidati il cui deficit sia superiore ai seguenti parametri:
a) monolaterale: 35 dB;
b) bilaterale: P.P.T. 20%.

3. Dentatura: La dentatura deve essere in buone condizioni. Devono essere presenti almeno 24 elementi dentari efficienti nella funzione masticatoria. I denti mancanti, comunque, non devono riguardare più di due coppie masticatorie contrapposte.

4. Sono, inoltre, causa di inidoneità i disturbi della parola (balbuzie, dislalia e paralalia), anche se in forma lieve e la presenza di tatuaggi o di altre permanenti alterazioni volontarie dell’aspetto fisico, non conseguenti a interventi di natura comunque sanitaria. La relativa presenza è causa di esclusione dal concorso se gli stessi risultano lesivi del decoro dell’uniforme o della dignità della condizione dell’appartenente al Corpo della guardia di finanza di cui all’articolo 721 del decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 90. In particolare, saranno esclusi i concorrenti che presentano tali tatuaggi/alterazioni permanenti:
(1) sulla testa, sul collo (fino alla circonferenza delimitata, anteriormente, dal centro dello sterno e, posteriormente, dall’apofisi spinosa della 7^ vertebra cervicale cd. “prominente”), sui due terzi distali delle braccia (al di sotto della circonferenza all’altezza dell’inserzione del deltoide sull’omero), sugli avambracci, sulle mani e sulle gambe (al di sotto della rotula, anteriormente, e della cavità poplitea, posteriormente; al di sopra dei malleoli);

(2) nelle aree del corpo consentite se per dimensioni, contenuto o natura siano deturpanti o contrari al decoro dell’uniforme o di discredito delle Istituzioni o indice di personalità abnorme (in tal caso da accertare con visita psichiatrica e appropriati test psicodiagnostici).

I requisiti sono da ritenersi validi salvo modifiche riportate dal bando in atto.

FASI CONCORSUALI MARESCIALLO GUARDIA DI FINANZA

1. PROVA SCRITTA DI PRESELEZIONE, CONSISTENTE IN QUESTIONARIO A RISPOSTA MULTIPLA DI CULTURA GENERALE;
2. PROVA DI EFFICIENZA FISICA;

3. ACCERTAMENTO DELL’IDONEITA’ PSICO-FISICA;
4. ACCERTAMENTO DELL’IDONEITA’ ATTITUDINALE;
5. PROVA ORALE;
6. VALUTAZIONE DEI TITOLI.

1. PROVA SCRITTA DI PRESELEZIONE
prova scritta di preselezione consistente nella somministrazione di un questionario composto da n. 100 domande a risposta multipla: abilità logico-matematiche, abilità linguistiche conoscenza orto-grammaticale e sintattica della lingua italiana, storia, educazione civica e geografia, lingua inglese e informatica.

2.PROVA DI EFFICIENZA FISICA

  • Salto in alto (per il contingente ordinario e per il contingente di mare)
  • Corsa piana 1000 m ( per il contingente ordinario e per il contingente di mare)
  • Piegamenti sulla braccia ( per il contingente ordinario)
  • Nuoto 25 m stile libero ( per il contingente di mare)

3-4. ACCERTAMENTO DELL’IDONEITA’ ATTITUDINALE E PSICOFISICA
I concorrenti sono sottoposti ad un accertamento attitudinale finalizzato a valutarne le qualità attitudinali e caratterologiche. Detto accertamento consiste in una serie di prove attitudinali (Test) ed in un’intervista di selezione. In particolare, attraverso l’accertamento attitudinale sono valutate le potenzialità adattive, le aspettative professionali e gli aspetti motivazionali del concorrente.

5. PROVA ORALE DI CULTURA GENERALE
La Prova orale ha la durata complessiva di 45 minuti e verte su argomenti di Storia ed educazione civica (durata massima 15 minuti), un esame di geografia (durata massima 15 minuti), un esame di matematica (durata massima 15 minuti).

6. VALUTAZIONE DEI TITOLI

Come da Bando.

I vincitori del concorso saranno chiamati a presentarsi presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di finanza dell’Aquila per la frequenza del corso di formazione e specializzazione.

PREPARAZIONE IN SEDE

Richiedi una consulenza gratuita con il Gen. Marino. Chiama allo 0776/327087 oppure compila il form.

PREPARAZIONE ONLINE

Se sei interessato alla preparazione online vai al nostro catalogo concorsi e scegli la soluzione che più si addice alle tue esigenze!

Il Direttore Valter G. MARINO
Gen. B.A.(R) – Ruolo D’Onore