CURRICULUM VITAE PERSONALE C.P.C.M. SRL
ANTONELLA MATTIOCCO
DOCENTE PSICOLOGIA

ISTRUZIONE E FORMAZIONE

Laurea in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni (Vecchio Ordinamento, Università degli Studi di Roma La Sapienza). Voto di laurea: 109/110.
Master di I Livello in Metodi e Tecniche di Counseling per il Disagio Lavorativo con la votazione di 110 e lode (Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale).
Corso di formazione “L’efficacia della relazione educativa in situazioni di disagio” (A.S.D. Nuovi Sorrisi, Cassino).

ESPERIENZE LAVORATIVE

Docente presso F.B. Formazione e Progettazione s.r.l. Latina.
Addetto alla gestione delle Risorse Umane presso Adecco Italia s.p.a. Cassino.
Affiancamento nei processi di formazione delle Risorse Umane presso l’Istituto Europeo Terzo Millennio, Roma.
Affiancamento nei processi di selezione e formazione delle Risorse Umane presso H.K.E. Group s.r.l. Roma.
Affiancamento nei processi delle valutazioni neuropsicologiche e nella somministrazione di test proiettivi di personalità e per il calcolo del quoziente intellettivo presso U.T.R. Cassino (A.U.S.L. Frosinone).

ESPERIENZA LAVORATIVA CPCM

– N. anni di esperienza: 5.
– Competenze maturate ed affinate negli anni di insegnamento CPCM:
Competenza didattico/formativa e padronanza dei test di personalità e psico-attitudinali specifici per ogni Concorso Militare (Forze Armate e Forze di Polizia). Gestione di interventi di orientamento volti a consentire agli allievi scelte in linea con la propria personalità e con il proprio progetto di vita in ambito militare e/o nelle Forze di Polizia.
Conduzione di colloqui individuali e di gruppo per individuare i requisiti attitudinali e le potenzialità dell’allievo in rapporto al ruolo da ricoprire. Capacità collaborativa con docenti e didattica CPCM per la definizione/realizzazione dell’intervento formativo finalizzato al superamento delle prove concorsuali da parte dell’allievo.
– Valutazione dell’attitudine alla carriera militare: la valutazione riguarda le seguenti aree di indagine: 1) area di adattabilità al contesto militare (in termini di motivazione, predisposizione al cambiamento, flessibilità ecc. 2) area emozionale (dimensione intrapersonale); 3) area relazionale (dimensione interpersonale); 4) area del lavoro (dimensione produttiva/gestionale).
– Valutazione delle potenzialità e orientamento sui concorsi da sostenere valutando in base alla predisposizione didattica: esperienza in attività di orientamento volta a fornire le informazioni necessarie e a far emergere capacità, motivazioni, attitudini, potenzialità dell’allievo in modo che possa effettuare una scelta concorsuale e professionale coerente e responsabile.
– Metodologia didattica utilizzata dal docente: la lezione prevede la spiegazione e l’utilizzo dei diversi strumenti di indagine della personalità (questionari ecc.) e la simulazione di colloqui individuali e di gruppo previsti dal bando organizzati in maniera coerente fra loro, in modo tale che l’allievo possa dimostrare in fase di selezione concorsuale che egli è potenzialmente idoneo a ricoprire quel determinato ruolo. Verranno forniti supporti didattici in formato cartaceo o elettronico riguardanti anche le informazioni concernenti la Forza Armata o di Polizia per cui si concorre. Sarà costante la verifica del livello di preparazione raggiunto durante le ore di lezione attraverso la somministrazione di quesiti di verifica, in modo da intervenire in caso di lacune. Il colloquio individuale o di gruppo sarà simulato, ricreando un ambiente simile a quello del giorno della prova e presentando la tipologia di domande previste dallo specifico concorso in modo da monitorare il livello di abilità raggiunto.
– Specializzazione raggiunta: indagine psicologica mediante l’utilizzo di test e colloqui individuali e di gruppo per inquadrare psicologicamente ogni allievo e capire la sua idoneità, o meno, a svolgere le mansioni previste per il ruolo a cui si sta candidando. Capacità di fornire all’allievo la preparazione necessaria per poter superare con successo gli accertamenti psicoattitudinali.
– Comportamento e disciplina richiesti durante le lezioni: ogni allievo è tenuto al rispetto dell’orario delle lezioni e in caso di legittimo impedimento deve avvisare in tempo utile la Didattica. Durante le ore di lezione ogni allievo è tenuto al rispetto di norme comportamentali specifiche propedeutiche alla carriera militare previste dal regolamento del CPCM. Al termine di ogni lezione i locali utilizzati vengono lasciati in ordine ed i materiali riposti negli appositi spazi.
– Risultati raggiunti: la maggior parte degli allievi ha acquisito conoscenze e competenze ottimali che gli hanno permesso di affrontare le prove con sicurezza superando la selezione concorsuale.

Il Direttore Valter G. MARINO
Gen. B.A.(R) – Ruolo D’Onore